Home | Eventi | Download | Link | Info
STAGIONE ESTIVA INIZIATA

abbigliamento, calzature e accessori
delle migliori marche

 
Prodotti
 
Promozioni Calciobalilla Fitness Tennis Tennis Tavolo
 

Consigli
 
Sci Club Scarpe Allenamento per Maratona Alimentazione » Dimagrire correndo » Energia » L'acqua » Le proteine » Le barrette » Peso ideale » Dieta dello sportivo » Cibi freddi » Il gelato » Gli zuccheri » Aerobico-anaerobico » Perdere peso » Il carburante » Cibi leggeri » I grassi » Gli integratori » Corsa e bilancia Running
 
 
Alimentazione > Le barrette

Una barretta di energia

di Lorenzo Somenzini

Le barrette risolvono il problema di chi deve approfittare della pausa di mezzogiorno per allenarsi e non ha tempo per consumare un pasto tradizionale. Offrono un'ottima alternativa al solito panino.

 

Il mercato offre una grande varietà di prodotti. Per scegliere i più adatti a soddisfare le esigenze dello sportivo è necessario conoscerli. Ci sono barrette energetiche, glucidico-proteiche, con aminoacidi, ai cereali, al malto, al miele, naturali alla frutta e così via. Ogni tipo ha le sue precise indicazioni. Prima e durante uno sforzo prolungato, per esempio, si devono preferire barrette di rapida digeribilità (con pochi grassi) con prevalenza di miscele di carboidrati semplici e complessi (da utilizzare come "carburanti" di pronto impiego per l'organismo). Dopo l'impegno sportivo, invece, sono preferibili le barrette di tipo proteico, ricche di carboidrati (per ripristinare le scorte energetiche), ma anche di proteine e aminoacidi (per ricostruire le fibre muscolari "usurate" dal lavoro fisico). In entrambi i casi è importante verificare la presenza di miscele di vitamine (gruppo B,E,C,A) e di sali minerali (potassio, magnesio, ferro).

A differenza delle classiche merendine, che non danno un apporto nutritivo equilibrato (ingredienti base sono zuchheri raffinati e grassi, in genere deidrogenati e perciò di bassa qualità), le barrette possono essere considerate alimenti "tecnici" cioè con ingredienti e formulazioni adatti a rifornire in maniera adeguata un organismo sottoposto a intensi lavori fisici.

Nella scelta dello snack non si può guardare solo alla praticità di trasporto, bontà, aspetto attraente. È necessario verificare che sia nutriente, che gli ingredienti siano naturali, che l'apporto calorico sia controllato, che contenga pochi zuccheri, una certa varietà di nutrienti (proteine, fibre, vitamine) e pochi grassi.

Molto indicati in questo senso sono i prodotti a base di carboidrati complessi (tapioca, amidi, maltodestrine), cereali (meglio se integrali), miele, fruttosio, frutta secca, proteine di alto valore biologico (latte, uova) e aminoacidi.

I prodotti che utilizzano ingredienti scelti tra i più sani e genuini possono essere consumati anche durante i momenti di pausa degli allenamenti o delle gare. Le barrette vanno comunque equilibrate con gli altri pasti nel corso della giornata, cercando di tener conto dei cibi assunti a colazione, pranzo e cena, riferendosi sempre al tipo di lavoro svolto e al momento agonistico o di preparazione.

Chi vuole disporre di più energia durante l'attività fisica, deve sapere che un'adeguata assunzione di carboidrati (ideale una miscela di zuccheri semplici e complessi) può migliorare la prestazione, specialmente di lunga durata. I carboidrati semplici forniscono rapidamente energia, ma elevano la glicemia (il tasso di glucosio nel sangue), provocando il rilascio di insulina che può essere utile al termine dello sforzo, ma durante l'esercizio ostacola il consumo dei grassi e può causare un rapido esaurimento delle energie disponibili. Gli zuccheri dunque vanno bene per recuperare, ma non immediatamente prima né durante l'attività fisica. Solo il fruttosio non altera la glicemia e il livello dell'insulina. Un prodotto con questo tipo di zucchero e maltodestrine, che sono costituite da catene di carboidrati di varia lunghezza, è in grado di fornire energia rapidamente e in modo modulato nel tempo.

La barretta ideale deve contenere un'elevata percentuale di questi carboidrati (50 - 60% o più) e un'adeguata frazione di proteine, in particolare piccoli quantitativi di aminoacidi a catena ramificata. Se associati al potassio e al magnesio in forma di aspartati, possono essere un valido aiuto contro la fatica sia a livello muscolare sia a livello mentale.

L'aggiunta di altri sali minerali e di vitamine (A, C, E con effetto antiossidante, gruppo B per favorire il metabolismo di carboidrati e di proteine) svolge un'azione preziosa a favore dell'efficienza delle cellule.

Per la massima digeribilità, infine, non dovrebbe essere presenti troppi grassi.

 
 
 
 

BENVENUTI SPORT s.r.l. - www.benvenutisport.it - e-mail: info@benvenutisport.it  -  P.iva 02281670360

SEDE:  Viale  Gramsci,  241/c  -  41037  Mirandola  (MO) -  tel e fax 0535.610717 GPS +44° 53' 28.13", +11° 4' 58.90"

 
Powered by millenniumstudio.com